Accordo di Partenariato

L’Accordo di partenariato è il documento previsto dal Regolamento (UE) N. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio recante disposizioni comuni sui Fondi Strutturali e di investimento europei, con cui ogni Stato membro definisce la propria strategia, le priorità e le modalità di impiego dei fondi strutturali europei per la programmazione 2014-2020.

Il documento è predisposto da uno Stato membro in collaborazione con le istituzioni di livello centrale e locali e i partner economici e sociali. Persegue l’obiettivo di definire strategie, metodi e priorità di spesa. E’ approvato dalla Commissione Europea in seguito ad un negoziato con lo Stato membro.

Per la definizione del documento italiano l’iter è cominciato nel gennaio 2013 attraverso il lavoro di coordinamento del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica, che ha avviato un dialogo informale con la Commissione e organizzato un partenariato composto da autorità regionali, locali e parti economiche e sociali.

A settembre 2014 l’Italia ha trasmesso alla Commissione europea la versione dell’Accordo a chiusura del negoziato formale. Il 29 ottobre 2014 la Commissione ha  adottato la versione definitiva del documento.

Con l’approvazione dell’Accordo si è aperta la via all’investimento di 32,2 miliardi di euro di finanziamenti totali a titolo della politica di coesione nel periodo 2014-2020 (a prezzi correnti, compresi i finanziamenti nel campo della cooperazione territoriale europea e lo stanziamento per l’iniziativa a favore dell’occupazione giovanile). L’Italia riceve inoltre 10,4 miliardi di euro per lo sviluppo rurale e 537,3 milioni di euro per il settore marittimo e della pesca.

Gli investimenti europei contribuiranno ad affrontare il problema della disoccupazione e ad incentivare la competitività e la crescita economica, dando sostegno all’innovazione, alla formazione e all’istruzione negli ambiti urbani e nelle zone rurali. Essi serviranno anche a promuovere l’imprenditoria, a combattere l’esclusione sociale e ad aiutare lo sviluppo un’economia ecocompatibile ed efficiente sul piano della risorse.


Accordo di Partenariato Italia 2014-2020